BRIOCHE,  LIEVITATI DOLCI,  RICETTE DAL MONDO

Cozonac

Quando ho visto la foto di questo dolce lievitato postata su Instagram dalla bravissima Tiziana del blog Deliziosa Virtù non ho resistito neanche un attimo nel recuperare gli ingredienti, prepararlo e fotografarlo la sera stessa, quando si dice amore a prima vista.

Il Cozonac è un dolce tipico dei paesi dell’Est Europa, famoso soprattutto in Romania, Bulgaria e Albania che viene principalmente preparato in occasione delle festività natalizie.

Cercando sul web qualche informazione in più, sono finita magicamente nel blog di Rebecka scoprendo che in Romania questo dolce ha una valenza apotropaica. Rebecka ci racconta che “E’ una preghiera che scaccia la mala sorte, che tiene lontane le malattie e porta il benessere spirituale”.

Ogni famiglia ha la sua ricetta tramandata di generazione in generazione attraverso piccole modifiche eseguite nel corso dei secoli.

Gli ingredienti principali, che devono essere a temperatura ambiente per una perfetta lievitazione, sono: latte, frutta secca (noci e nocciole), vaniglia, buccia di agrumi grattugiata, rum, cacao, uvetta.  Alcune ricette prevedono anche una spolverata di semi di papavero sulla superficie mentre la forma può variare: plum-cake, corona, treccia.

Vi lascio alla ricetta, sono certa che ve ne innamorerete anche voi.

Print Recipe
Cozonac
per uno stampo da plumcake
Cucina Rumena
Tempo di cottura 30
Tempo Passivo 4/5 ore
Porzioni
Ingredienti
per il ripieno
  • 100 g sciroppo bio di datteri (potete sostituire con il miele come da ricetta)
  • 25 g cacao amaro in polvere
  • 250 g nocciole in granella (potete sostituire con gherigli di noci come da ricetta)
  • 1 albume
Cucina Rumena
Tempo di cottura 30
Tempo Passivo 4/5 ore
Porzioni
Ingredienti
per il ripieno
  • 100 g sciroppo bio di datteri (potete sostituire con il miele come da ricetta)
  • 25 g cacao amaro in polvere
  • 250 g nocciole in granella (potete sostituire con gherigli di noci come da ricetta)
  • 1 albume
Istruzioni
  1. Mettete il latte in un pentolino e fatelo intiepidire, aggiungete il burro e lo zucchero, mescolate e fate sciogliere. Unite anche il lievito di birra sbriciolato fate sciogliere anch'esso.
  2. Mettete nella ciotola della planetaria la farina e versate a filo il composto di latte, burro, zucchero e lievito, unite le uova, uno alla volta, il sale e l'aroma. Impastate fino ad ottenere un impasto liscio e ben incordato.
  3. Trasferite l'impasto in una ciotola e fate lievitare, coperto con pellicola, fino al raddoppio. Io l'ho messo in forno per circa 2 ore con la funzione lievitazione, altrimenti lasciatelo lievitare in forno spento o in un luogo lontano da correnti.
  4. Nel frattempo preparate il ripieno, in una ciotola mescolate il cacao con lo sciroppo (o il miele), l'albume e la granella di nocciole. Se utilizzate i gherigli di noci tostateli leggermente, intensificherete il sapore.
  5. Trascorso il tempo stendete l'impasto, allargandolo delicatamente con le mani, su un foglio di carta forno o su un piano di lavoro leggermente infarinato e formate, con l'aiuto di un mattarello, un rettangolo di 50x40.
  6. Stendete il ripieno, lasciando qualche cm libero dai bordi, e arrotolatelo dal lato più lungo formando un rotolo. Poi piegatelo a ferro di cavallo e intrecciatelo.
  7. Ponete la treccia nello stampo da plum cake foderato con carta forno e lasciate lievitare fino a quando l'impasto avrà superato il bordo dello stampo.
  8. Spennellate la superficie con un tuorlo mescolato con un cucchiaio di latte e infornate a 180°/200° C. Il tempo di cottura dipenderà dal vostro forno, quando noterete che la superficie si colorerà verificate la cottura con un stecchino, se asciutto spegnete e lasciatelo raffreddare nel forno socchiuso.

Ringrazio Tiziana per la ricetta e Rebecka per il suo meraviglioso racconto che ho letto tutto d’un fiato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.